• Fiori,  Tendenze

    BIG BOUQUET: tendenze fiori 2018.

    Chi non ricorda l’esuberante bouquet-cespuglio del Matrimonio di Bianca Balti?

    Seppur in forma esagerata, quella è stata una vera e propria anticipazione di tendenza. Non più mazzolini composti e rigorosi o semplicissimi bouquets monofiore, ma composizioni irregolari dal sapore spontaneo e fresco.

    Fiori diversi (nei colori, nel tipo e nelle lunghezze) creano movimento e morbidezza. I gambi sono a vista e non più nascosti in composti nastri fascianti. Le rose imperfette da giardino sono più autentiche.

    I colori sono a contrasto o si arricchiscono di ricche sfumature. Non necessariamente va abbinato all’abito, ma si preferisce comporlo in linea allo stile degli allestimenti.

    E ci sono anche dei ritorni in scena: il gladiolo, i ranuncoli, gli anemoni, il garofano e perfino i crisantemi. E poi fiori di campo, piante grasse, rami, cereali,… parola d’ordine: varietà.

    E poi verde, tanto verde. Le foglie acquistano lo stesso valore dei fiori, sono rigogliose, quasi protagoniste. Foglie giganti (un verde quasi invadente) scompongono i fiori dando al bouquet un aspetto ancor più spontaneo e naturale. Non più eucalipto pastello e delicato, ma foglie lucide, grandi, quasi esuberanti.

    Da considerare sempre le proporzioni sia in base alla fisicità della sposa, sia allo stile dell’abito. La varietà di fiori, lunghezze e volumi va infatti declinata in un disordine elegantemente voluto. Pensare e realizzare un vero e classico “mazzo di fiori” che, con naturale eleganza, sembri “casualmente” perfetto.

    Ilenia