• Consigli

    Matrimonio: 7 modi per risparmiare e rimanere felici.

    NUMERO ZERO!

    Il primo passo da compiere è stabilire un budget.

    Anche se, spesso, in realtà serve a solo a sentirsi in colpa non appena lo si sfora.

    Va diviso per voci. Ad esempio: Inviti e Partecipazioni – Sala Ricevimenti oppure Location e Catering – Intrattenimento Musicale – Fiori e Decori – e così via. Ma se non avete una Laurea in Economia, se siete delle shopaholics patologiche, se di stilare un budget non ne avete proprio idea e i grafici a torta vi fanno venire fame… questo è l’articolo giusto per voi. Perché non vi spiegherò come fissare un budget e rispettarlo: vi darò semplicemente qualche trucco per risparmiare!

     

    NUMERO UNO!

    Scrivete in un quaderno tutte le spese che fate, passo dopo passo.

    Non prima di spendere quindi! Bensì ogni qualvolta uscirete dei soldi scrivete un appunto. Perché dopo? Perché vi farà rendere conto di quanto vi state spingendo oltre, formando un quadro generale della situazione.

    NUMERO DUE!

    Chi paga cosa?

    Se le famiglie si offrono di aiutare, cercate di stabilire chi paga cosa e pianificate, per quanto possibile, acconti, saldi e modalità di pagamento.

    NUMERO TRE!

    Scegliete la data giusta!

    Forse non lo sapevate, ma sposarsi in inverno oppure in date infrasettimanali può far risparmiare molto. Sono periodi di “bassa stagione” e i fornitori del settore sicuramente offriranno delle promozioni… o saranno di certo più propensi a inserirle.

    NUMERO QUATTRO!

    Matrimonio a km 0.

    A volte sogniamo posti nuovi, che affascinano e che spesso sono…. lontani! Assolutamente no. La scampagnata la farete un’altra volta magari. Organizzare un Matrimonio in un posto lontano potrebbe caricarvi di costi di trasporto per fornitori e per i vostri invitati. Sarebbe molto utile tenere bene a mente anche la distanza tra cerimonia e ricevimento.

    NUMERO CINQUE!

    Belle le ortensie ma… se è il mese giusto.

    Avete idea di quanto aumenti il prezzo dei fiori fuori stagione?! Si arriva può arrivare a cifre davvero proibitive. In più se non è la stagione adatta ne va anche della tenuta naturale del fiore. Pretendi che ad agosto, fuori dalla chiesa, sotto il sole (magari anche a pranzo…) le ortensie bianche siano belle fresche e toniche?! Quindi una mano sul cuore, una sul portafoglio e provate a scegliere i fiori di stagione. Se la natura ha scelto così, ci sarà un perché.

    NUMERO SEI!

    Abito.

    Ok. Sull’abito potrei dirvi che molti atelier ne hanno una sezione outlet, che esistono ormai negozi dell’usato, che anche H&M ha creato una linea low cost, che potreste noleggiarlo e che tanto lo userete solo una volta… Ma l’abito le donne lo sognano, lo immaginano, a volte lo disegnano anche e come potrei far sbiadire questa emozione? Se riuscite provate a risparmiare qualcosa, ma se non ce la fate… pazienza! Recupererete su qualcos’altro.

    NUMERO SETTE!

    Visitate le fiere di settore.

    Ogni anno quasi tutti i fornitori di settore si riuniscono in una fiera dedicata. Trova la più vicina e fatevi una passeggiata. In quella occasione molti offrono promozioni o scontistiche speciali. Perché rinunciarci?

     

    Questi 7 piccoli consigli pratici e collaudati per riuscire a risparmiare davvero molto sul Matrimonio senza dover rinunciare a nulla e senza che nessuno se ne accorga.

     

     

    Ilenia B. Marraffa

  • Tendenze

    Sposarsi in inverno. Pro, contro e idee originali.

    PER INIZIARE, UNA PREMESSA:
    Inverno NON vuol dire Natale. No. Punto.
    Fatevene una ragione.
    Lo dico a chi scrive “spose d’inverno” e parlano di palline, alberelli e lucine!
    Vi svelerò una notizia shock!
    NON A TUTTE LE SPOSE PIACE L’IDEA DEL NATALE PER IL PROPRIO MATRIMONIO.
    Fondere il matrimonio col tema natalizio potrebbe, difatti, distogliere l’attenzione dall’evento in sè facendolo passare come una delle ricorrenze del periodo.
    Quindi, se siete spose d’inverno e se non siete convinte per il tema del natale, questo articolo è per voi!
    1. Se vuoi e ti piace l’idea, puoi sfruttare gli addobbi del periodo, senza far sì che invadano la tua scelta d’allestimento. Le luci suggestive renderanno l’atmosfera invernale più tiepida, ancor meglio se nella location c’è un bel camino.
    2. Con i giorni più corti avrete  un bel vantaggio. Se vi sposerete di giorno, grazie al tramonto anticipato potrete trasformare l’evento giocando in due tempi: la luminosità del mattino accompagnerà l’inizio della cerimonia, e le candele suggestive della sera daranno tepore al taglio della torta.
    3. Il menù può essere più corposo: via libera alle paste ripiene, alle selvaggina; alla frutta potrete aggiungere delle sfiziose castagne e non dimenticate di scegliere un buon vino rosso!
    4. Vogliamo parlare dei dolci? A chi non piace la cioccolata!!! E non mi dite che non avete mai sentito una Sposa estiva lamentarsi di non poterla offrire agli invitati. Beh, voi potrete fare anche di più. Stanchi della solita confettata potrete far allestire una gustosissima degustazione di cioccolatini. Potrete inserire una fontana di cioccolato. O ancor di più, l’angolo della cioccolata calda.. dai vari aromi. Magari con delle poltrone con dei plaids e delle mugs in tinta con l’evento.
    5. Se volete essere alternativi a tutto tondo allora: “È l’ora del tè!”. Decidendo per un matrimonio serale, potreste organizzare un pre cerimonia con del tè e uno sfizioso buffet d’accompagnamento. I vostri ospiti ne rimarranno piacevolmente sorpresi… e voi potreste prendervi qualche minutino in più per arrivare con calma.
    6. Attenti alla scelta della location. Evitate posti belli solo all’esterno. È inverno. Mettete in risalto i vantaggi di questa stagione scegliendo una bella sala calda e accogliente, evitando di far incappottare ogni due minuti i vostri invitati per lo sfizio di fare magari un taglio torta a bordo piscina.. altrimenti il sottofondo musicale sara a tempo di denti battuti. Se agli ambienti esterni, però, non volete rinunciare, molte locations offrono delle strutture esterne chiuse a vetrate (qualcuno li chiama “giardini d’inverno”) che possano garantire, appunto, una bella vista con atmosfera e magari anche la possibilità di realizzare angoli di cucina dal vivo.
    7. LE FOTO. Gli sposi estivi il giorno dopo fanno un servizio fotografico in spiaggia e si tuffano in mare? Voi potreste fare un bel servizio fra i boschi innevati, in una bella pista da sci, sui pattini o su una bella e romantica slitta.
    8. Si vabbè, ma i tuoi amici sono andati in viaggio di nozze al mare? A parte il fatto che se prendete l’aereo troverete di sicuro una meta “estiva” anche a dicembre.. ma se non volete tornare con la pelle carbonella quando tutti sembreranno Biancaneve e magari volete sfruttare la stagione per com’è, allora una bella nulla di miele fra mercatini di Natale (lo nomino solo qui, anche se io adoro il Natale!) oppure un capodanno a New York, perché no!
    Ilenia.
  • Fiori,  Tendenze

    BIG BOUQUET: tendenze fiori 2018.

    Chi non ricorda l’esuberante bouquet-cespuglio del Matrimonio di Bianca Balti?

    Seppur in forma esagerata, quella è stata una vera e propria anticipazione di tendenza. Non più mazzolini composti e rigorosi o semplicissimi bouquets monofiore, ma composizioni irregolari dal sapore spontaneo e fresco.

    Fiori diversi (nei colori, nel tipo e nelle lunghezze) creano movimento e morbidezza. I gambi sono a vista e non più nascosti in composti nastri fascianti. Le rose imperfette da giardino sono più autentiche.

    I colori sono a contrasto o si arricchiscono di ricche sfumature. Non necessariamente va abbinato all’abito, ma si preferisce comporlo in linea allo stile degli allestimenti.

    E ci sono anche dei ritorni in scena: il gladiolo, i ranuncoli, gli anemoni, il garofano e perfino i crisantemi. E poi fiori di campo, piante grasse, rami, cereali,… parola d’ordine: varietà.

    E poi verde, tanto verde. Le foglie acquistano lo stesso valore dei fiori, sono rigogliose, quasi protagoniste. Foglie giganti (un verde quasi invadente) scompongono i fiori dando al bouquet un aspetto ancor più spontaneo e naturale. Non più eucalipto pastello e delicato, ma foglie lucide, grandi, quasi esuberanti.

    Da considerare sempre le proporzioni sia in base alla fisicità della sposa, sia allo stile dell’abito. La varietà di fiori, lunghezze e volumi va infatti declinata in un disordine elegantemente voluto. Pensare e realizzare un vero e classico “mazzo di fiori” che, con naturale eleganza, sembri “casualmente” perfetto.

    Ilenia

  • Tendenze

    Allestimenti: Tendenze 2018.

    *

    Non è una novità che le tendenze nel campo degli arredi influenzino gli allestimenti per Matrimoni. In fin dei conti, arredare è un po’ come vestire una casa e i Ricevimenti di Nozze sono ormai un’impronta di stile.

     

    Già dal 2017 si era notato il gran ritorno di materiali nobili quali RAME e MARMO, sapientemente equilibrati con l’uso di materiali green.

    Il total white lascia oramai il posto ad allestimenti che raccontano una storia. I Matrimoni sabbi, boho e country ci hanno insegnato l’impiego di materiali di recupero accostato da composizioni cadenti, romantiche, con accostamenti di colori anche insoliti ma legati dal verde… il foliage. Dalla massificazione floreale siamo passati alle composizioni che ricordano un giardino rigoglioso, spontaneo, naturale.. quasi un po’ trascurato.

    Queste confluenze di stili ci portano a una commistione che, nel modo in cui si va ad equilibrare, detta le basi di nuove tendenze.

     

    1. Le composizioni di fiori si arricchiscono di punti luce metallici (di rame, oro, oro rosa). Materiali preziosi che danno un tocco di unicità, creando un effetto di eleganza senza tempo. Questi elementi decorativi definiscono lo spazio senza appesantirlo, con poliedri fuori (al massimo coi vetri) che vanno a incorniciare candele o a contrapporsi allo stile più naturale dei fiori e del foliage.
    2. Il metallo viene accostato al Marmo e alle sue eleganti venatura. Non più lucido e classicheggiante, ma dalla finitura opaca. La sua preziosa storia si veste di un gusto moderno, andando ad influenzare glassature di torte, stampe grafiche di menù/inviti/ringraziamenti, e così via.

    La freddezza del Marmo e il calore sprigionato dal Rame si uniscono, donando agli ambienti linee pulite di raffinatezza ed eleganza costruita. Creando lo STILE COPPER.

     

    Se, invece, non volete avere un Ricevimento né rustico, né country, né vintage,… ma vi piace l’idea di utilizzare oggetti che raccontano una storia: ecco per voi lo STILE INDUSTRIAL CHIC.

    Anche qui elementi metallici (come ingranaggi, biciclette, utensili o addirittura tubature) e riutilizzo creativo (pensate ad esempio all’uso di vecchie lampadine al posto dei vasi). Il design deve essere semplice, con utilizzo di materiali poveri ma resistenti che vanno ad essere compensato da elementi dal gusto tradizionale quali candele, fiori scomposti e colori tenui. Le sedie in plexiglas trasparenti e presse lasciano il posto a sedute metalliche, tipiche di uno stile industrial, o al legno grezzo antico.

     

    Qualunque sia lo stile che sceglierete per il vostro Matrimonio, ricordate di personalizzare.

    Magari utilizzando oggetti “storici” delle vostre due famiglie di origini, creando un angolo del tutto particolare.. magari arricchito da qualche foto antica. Qualche idea nei prossimi articoli!

    Ilenia

     

     

     

     

     

    *foto trovata in rete

  • Cake,  Tendenze

    Un Cake Topper davvero originale.

    In occasione dell’Expo Sposi e Casa 2017 mi è stato chiesto di immaginare il Design per
    la Wedding Cake.

    La torta è stata pensata con una struttura slanciata, pochi dettagli rifiniti e una dominanza elegantissima: il total white.

    Una torta quasi di porcellana (l’ho inserita, infatti, in una Sweet tablet a tema Tè Inglese), ma di un bianco opaco dal quale delicatamente spiccava un nastro di raso.
    Fiori come rose e peonie perfetti, ma dalla posizione un po’ irregolare.. anzi naturale.

    Non rimaneva che il tocco finale.

    La tendenza del cake topper gli ha fatto assumere le forme più svariate: divertenti, realizzati in zucchero o fimo, stilizzati, classici, a lettere,…
    Per stupire non rimaneva che una cosa. Non utilizzare un cake topper. Ma realizzarne uno con la torta stessa.
    Una piccola alzata di vetro mette in risalto l’ultimo piano, ideale per porre l’attenzione al taglio nuziale.
    Elegante, semplice ma ricercata, unica.